Creare un sito… ma come?

In questo articolo vi spiegherò le mie avventure per l’apertura di un sito, aggiungendo giudizi, consigli e trucchi.

La prima cosa da fare è guardarsi nel portafoglio, è brutto a dirsi ma è una cosa basilare!

Ebbene se possiamo permettercelo potremmo optare per un sevizio hosting a pagamento, personalmente penso che una cifra che varia tra 5 € e 20 € sia più che sufficente per un anno di abbonamento con il dominio compreso.

Non tutti vi vendono il dominio compreso nel prezzo, quindi fate attenzione prima dell’acquisto.

Fate attenzione alle scritte: + iva oppure al mese

Vi faccio un paio di esempi:

  • Tophost: per la creazione di blog ha creato un piano specifico topblog, che consente di acquistarlo per il primo anno a 7,99 € + iva all’anno e comprende parecchia roba, 1giga di spazio, forse il blog è già installato nello spazio, 1 account di posta personale, diversi alias mail, backup e dominio. (per chi fosse interessato siccome ho un blog anche con loro c’è un offerta in corso dove tramite me c’è la possibilità di acquistare topblog a 4,99 € + iva all’anno (che dovrebbe essere su per giù 5,19 €), io ci guadagnerei un buono di ugual valore, ma non saprei come usarlo, quindi fatevi sotto). durante la stesura di questo articolo mi sono accorto anche di un’altro pacchetto di questo fornitore topweb, si tratta di una versione un po più ricca di opzioni ed accessori utili di quella citata prima, ma con 500 mega di spazio invece di 1000 mega (che non son pochissimi calcolando che tra questo sito e quello nel sottodominio itwesnoth occupo 44,41 mega) ed il prezzo è di 8,99 € + iva all’anno;
  • Netson: ammetto che è il mio provider, con il quale sono rimasto soddisfattissimo sia da lato hosting (cioè spazio web) che da lato VPS (cioè server virtuale). I prezzi salgono, infatti il pacchetto “base a pagamento” per l’hosting è da 15,00 € + iva all’anno e comprende all’incirca le stesse cose del piano topweb di tophost ma ha 1 giga di spazio.

Di hosting a pagamento ce ne sono a bizzeffe e per tutte le tasche, ma dovete prestare molta attenzione che contengano nell’abbonamento anche almento un database mysql e che supportino php 5, poi un’altro consiglio è informarsi sull’attendibilità del servizio, nel senso che ci sono dei provider (sopratutto a basso costo) non molto presenti come assistenza e con problemi continui alla linea. Quelli che vi ho postato non mi hanno mai dato problemi e quelle volte che ho avuto dei problemi (creati da me) mi hanno aiutato nonostante non fosse possibile.

Per incominciare è forse la scelta migliore utilizzare un servizio gratuito che gratuitamente fornisce un dominio di secondo livello e varie cose a seconda del fornitore.

Io provai Altervista che è gratuito, ma non permette di avere grandi risorse, infatti mi scocciai velocemente.

Adesso ne conosco altri e ve li elenco:

  • Blogger: sostenuto da google è una piattaforma per blog, è interamente gratuita e non inserisce banner pubblicitari. però non consente di personalizzare tanto la grafica.
  • WordPress: Blog per antonomasia, si basa sulla notissima e diffusissima piattaforma omonima (potete vedere un esempio di wordpress sui miei due siti). Completamente gratuito e semplicissimo da utilizzare, i limiti sono imposti soltanto dalla scelta del tema (che comunque si può scegliere tra parecchi già presenti);
  • Netson: Permette di aprire un sito, a differenza degli altri citati prima da a disposizione dello spazio (parecchio) e dei database così da poter installarci quello che si vuole(blog, forum, sito generico oppure pagine semplici), l’unico vero difetto è la scarsa assistenza a questo servizio, ma con quello che costa 🙂 PS: aggiunge un banner pubblicitario.

Esistono un sacco di alternative a questi providers, ma penso che siano quelli più affidabili, semplici e sicuri.

Se avete scelto dello spazio web con database mysql e volete incominciare ad scrivere dovete scegliere la tipologia del sito:

  1. blog
  2. forum
  3. misto/generico
  • il blog ha la comodità e la semplicità che solo lui può dare. vi consiglio di installare WordPress che è in italiano e permette una personalizzazione a 360°
  • il forum, adatto ad una comunità, penso che conosciate i forum… ebbene quelli 🙂 La piattaforma che vi consiglio è SMF e come esempio vi consiglio di guardare il forum di ubuntu oppure quello della comunità italiana di wesnoth.
  • misto/generico bhè dipende da voi, esistono delle piattaforme (semplici da utilizzare ed installare come le altre due citate prima) che permettono di fare di tutto un po, dal blog, al forum alle singole pagine con sottocategorie. Qui vi consiglio vivamente Joomla, estremamente stabile ed una semplicità disarmante. Ha anche lui come gli altri due un menù per l’installazione dei componenti aggiuntivi.

Dei providers che offrono hosting gratuiti che vi ho citato solo netson e altervista vi danno la possibilità di scegliere la tipologia di piattaforma, ma come vi ho detto prima altervista mette dei limiti non da poco!

L’installazione delle piattaforme è generalmente molto semplice, basta caricare sul proprio spazio web il contenuto della cartella del programma tramite un programma ftp come filezilla ed accedere al sito per completare l’installazione.

Logicamente se volete essere pienamente liberi di fare ciò che volete (a vostro rischio e pericolo) potreste installarrvi un server lamp e gestire tutto da casa (compresi gli utenti fastweb)!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...