Nuovo tema al blog

Due parole da spendere per  il tema… Dopo le scelte “lucide” direi che il mio nuovo tema è molto bello, molto “Humano” 🙂

Annunci

L’amante segreto di dottor Blaster… Pino

Shhhhh! Non lo dite a nessuno, ma un uccellino mi ha detto chi è Pino di cui tanto parla il nostro dottore di fiducia.

Pino è… l’amante del dottore! Ed anche un comodissimo tool che ci permette di twittare comodamente dalla scrivania senza aprire nessun browser.

pino

Clicca sull'icona per visitare il sito

Ne hanno parlato in tanti, ma non mi rompete le scatole se vi spiego anch’io come installarlo…

Allora aprite un terminale e scrivete:

sudo add-apt-repository ppa:troorl/pino && sudo add-apt-repository ppa:vala-team/ppa && sudo apt-get update

Ok, ora siete pronti per rendere cornuto Doc, dovete solo installare Pino ed accedervi… Non fraintendete!

sudo apt-get install pino

Installare Google Buzz Desktop & Adobe AIR sul karmico 64 bit

Dopo le assidue richieste (si, era una sola 🙂 e pure del picchio portatore di parassiti) e le derisioni del dottore (Blaster, detto anche tu sai chi), ecco che mi accingo a spiegarvi come ho fatto ad installare Adobe AIR ed un programma sviluppato per esso che si chiama GoogleBuzzDesktop mostratomi dal Maestro Sith Picchio  (logicamente serve ad avere sul desktop il proprio buzzaggio).

Le operazioni segnate in rosso sono solo per gli utenti a 64 bit mentre le altre le devono effettuare tutti.

Per prima cosa bisogna scaricare Adobe AIR da qui.

Poi scarichiamoci subito anche un’altro pacchetto utile da qui.

Ora apriamo il terminale nella cartella dove ci sono i due files appena scaricati e digitiamo:

sudo dpkg -i getlibs-all.deb

sudo apt-get install lib32nss-mdns ia32-libs

chmod +x AdobeAIRInstaller.bin

getlibs -p libxslt1.1 libnss3-1d libnspr4-0d

sudo ./AdobeAIRInstaller.bin

Visto sfilza di comandi? Ebbene non abbiamo ancora terminato! Si perchè Adobe è installato (se avete accettato il contratto), ma manca un file per farlo funzionare.

Allora in realtà il file c’è, ma non nella cartella in cui lo cerca. Quindi scriviamo nel terminale:

sudo ln -s /usr/lib/libadobecertstore.so /usr/lib32/

Ok, Ora è tutto pronto per l’installazione di GBD.

Scaricate l’ultima versione da qui.

Andate su “Applicazioni–>Acessori–>Adobe AIR Installa Programmi” e selezionate in file *.air di GBD ed il gioco è fatto 🙂

Buona buzzata a tutti!

E poi chi diavolo è ‘sto Pino l’amico del dottore? :[

Breve, anzi bressissimo balzello per gnome-shell

Faccio velocemente.
Oggi aggiornando gnome-shell con il solito

jhbuild build

ho scoperto questa piccola chicca per quanto rigurda il conchiglione…
Guardate qui… la scheda che si apre cliccando su “Attività–>Applicazioni” è stata ridotta, ma al tempo stesso permette una visuale migliore dei programmi.

Incomincia veramente a piacermi questo gnome 🙂

Se vi state chiedendo cosè quella roba tutta colorata che c’è sullo sfondo, si tratta di GBD (GoogleBuzzDesktop). Un programma per Adobe AIR che permette di utilizzare Buzz dal proprio desktop e non solo quello.

È ancora parecchio scomodo, ma era una pulce nell’orecchio che mi aveva messo il caro e poco vecchio Picchio 🙂

Password, segnalibri, cronologia e quant’altro sempre aggiornato sui mozilla

Dopo lo scadente articolo sulla sincronizzazione dei segnalibri e delle password ecco che vi presento un’altro strumento per la sincronizzazione dei dati.

Questo articolo è nato grazie a Gianni che nel commento a seguito dell’articolo sopra citato, mi ha fatto conoscere questo progetto del laboratorio Mozilla.

Il nome è… Mozilla Weave Sync add-ons!

Si è simile ma non è google 🙂 infatti è mozilla! E poi è weave e non wave (di cui mi son rimasti sul groppone un botto di inviti)

Ma cosa c’è di differente rispetto ad xmarks? Bhé, parecchio.

I punti a favore sono:

Cripta i dati prima di mandarli sul server e non li utilizza come fanno quelli di xmarks;

È open sources!;

Non sincronizza solo password e segnalibri, ma anche le schede aperte, la cronologia ed in futuro (è molto probabile) anche gli addons!;

Si ha la possibilità di installarsi un proprio server per il backup dei dati, così da non spargerli nei server di qualcun’altro.

I contro non esisterebbero se non fosse che questo fantastico addon è solo per firefox e fennec, il che non mi tange visto che uso solo icecat (che è compreso 🙂 ).

Ora passiamo a vedere come si utilizza…

Per prima cosa recatevi qui: https://mozillalabs.com/weave/ e cliccate su

Download Weave now!

Parecchio semplice XD

E poi il solito tram tram:

finita l’installazione riavviate firefox;

createvi un account ed accedete.

Tutto qui! Logicamente negli altri firefox su cui lo utilizzerete dovrete scegliere cosa fare dei segnalibri come con xmarks.

Prima di salutarvi vorrei ancora ringraziare Gianni per questa “soffiata”.

Gmail e buzz… anti-facebook?

È in prova ma sembra che da Mountain View siano decisi a creare un nuovo social network. Buzz infatti dovrebbe sostituire nei cuori degli utenti il famigerato Facebook.

Ma di cosa si tratta? È una applicazione per Gmail che permette di trasformare il nostro account di posta in un vero e proprio account di un social network.

Ecco a voi la presentazione:

E da qui potete leggere tutte le caratteristiche ed attivarlo, ma vi ricordo che è ancora una beta, quindi non tutti potranno accedervi.

Si presenterà come una sceda di gmail ed è possibile collegarlo a vari account di diversi strumenti come youtube e twitter.

Per chi volesse il mio account è red1983red@gmail.com