Ma che ha Google?

Spero che almeno qualcuno di voi mi sappia dare informazioni riguardo come si presenta google.it oggi…

Oltretutto è molto lento!

EDIT: ha ripreso a funzionare bene… bho! i mistri della rete…

Annunci

Liberi di leggere

Come alcuni di voi sapranno, mi è arrivato in data 30/08/2010 il mio primissimo lettore ebook.

E quindi mi son messo subito alla ricerca di qualcosa da leggere, ed ecco che grazie al forum di Simplicissimus ho trovato varie cose interessanti, tra cui “La potenza di Eymerich” dei Kai Zen.

Ma questo nome non mi era nuovo… e pensa che ti ripensa ed ecco dove ne avevo già sentito parlare, a “tutti i colori del giallo” su radio2 in una puntata speciale a Courmayeur (se non sbaglio) dove erano invitati.

Se vi state chiedendo: <Ma perchè parla al plurale?>. Sappiate che i Kai Zen è un gruppo di scrittori, insieme hanno ideato dei progetti di scrittura collettiva e già pubblicato vari libri sotto licenza copyleft! Tra questi libri compare anche “La strategia dell’Ariete” (di cui avevo sentito parlare appunto in radio), che nel 2008 è arrivato in finale al “Premio Emilio Salgari di letteratura avventurosa” e che fu pubblicato dalla Mondadori in 7’000 copie (tutte finite!). Ora come allora, il libro è disponibile in formato digitale sul loro sito (io lo incomincerò appena avrò finito quello in lettura) e per tutti quelli che non riusciranno a fare a meno delle parole scaturite da questo gruppo, posso consigliare la lettura del loro sito, ricco di approfondimenti ed inediti.

Ma quel sito non è l’unico, infatti potrete torvare gli altri libri sempre del gruppo Kai Zen su romanzototale.it, altre informazioni su kaizenlab.it e per rimanere sempre aggiornati su possibili news vi consiglio di seguire kaizenology (che oltretutto è molto divertente).

Non mi resta che augurarvi una buona lettura 🙂

PS: Ho finito ieri la lettura de “La potenza di Eymerich” e posso dire tranquillamente di averlo molto apprezzato, anzi… mi è proprio piaciuto!

Installare wordpress? Non ci son problemi…

“… Tu mi dici quello che devo fare, ed io lo faccio.”

Apro questo post, con la celebre frase di “Pino Lalavatrice” (?) per incoraggiare un’amico che ha timore nel mettere mani su installazioni in rete ed altri come lui.

Innazitutto verifichiamo di aver tutto il necessario:

un dominio web(non importa di quale livello);

uno spazio web (importantissimo) con la possibilità di caricarci su quello che si vuole;

un database MySQL (basilare per molti CMS);

un tubetto di colla ed un po’ di tempo.

Scaricatevi l’ultima versione di WordPress da qui, scompattarela e caricatela nella vostro spazio web.

Ora preparatevi un database MySQL ed un nome utente abbinato (non vi preoccupate, è più semplice a farsi che a dirsi).

Ma dato che oggi non ho molto tempo ve ne farò vedere uno già pronto 🙂

Ora abbiamo tutto il necessario per completare il lavoro…

Apriamo l’indirizzo del futuro sito/blog.

Cliccate “Crea un file di configurazione”

Leggete semplicemente quello che vi dice e compilate i vari campi con i dati del database (nome database, indirizzo, nome utente e password).

È buona cosa modificare il prefisso delle tabelle… questioni di sicurezza. Magari da “wp_” a “azz_” oppure per il Picchio “lol_”.

Finito questo passaggio (se non ci son stati problemi) potrete cliccare sul pulsantone per completare l’installazione.

A questo punto dovrete inserire (in ordine):

nome del sito;

nome dell’amministratore (meglio se non usate admin);

password da digitare in due campi di seguito;

ed il vostro indirizzo mail.

Ebbene avete installato wordpress!

Non era poi tutto ‘sto macello vero?

Mi raccomando… usate solo forbici con la punta arrotondata e per usarle chiamate i vostri genitori XD

Buona bloggherata a tutti 😀