Calibre e le sue funzioni server

Proseguendo il percorso su calibre dopo avervi mostrato come si utilizzano le collezioni per kindle vorrei presentarvi oggi la sua funzione più utile nella diffusione di libri… Il SERVER!

Continua a leggere

Annunci

Gestiamo le porte del router dal pc con il UPnP

Da qualche tempo sto smanettando con il pc per alcuni esperimenti e per alcuni di questi  ho dovuto aprire alcune porte del router, ma (a questo punto c’è sempre un ma) il mio router non ne voleva sapere di aprire nonostante lo impostassi correttamente. Stavo quasi per demordere ed utilizzare il test solo in locale quando mi è comparsa davanti agli occhi una possibile soluzione…

Universal Plug and Play (UPnP) è un protocollo di rete creato dall’UPnP Forum. L’obiettivo della tecnologia UPnP è quello di permettere a diversi terminali di connettersi l’uno all’altro e di semplificare drasticamente l’utilizzo di reti domestiche (condivisione dati, comunicazioni e intrattenimento) e aziendali. Il termine UPnP deriva da Plug and play che in inglese significa letteralmente Inserisci e utilizza e che indica la possibilità di utilizzare un componente non appena viene connesso al computer o alla rete.

Un potente firewall per la vostra rete casalinga su fastweb

Annuncio subito che questa guida non è mia ma è veramente a prova di nubbio, grazie ICE.

Volete creare una rete casalinga su fastweb accessibile dall’esterno ma avete paura che qualche malintenzionato voglia farsi beffe del vostro lavoro?

Allora spegnete i pc e mettevi l’anima in pace.  dovete leggere e seguire la guida che sto per postarvi!

Continua a leggere

Installare wordpress? Non ci son problemi…

“… Tu mi dici quello che devo fare, ed io lo faccio.”

Apro questo post, con la celebre frase di “Pino Lalavatrice” (?) per incoraggiare un’amico che ha timore nel mettere mani su installazioni in rete ed altri come lui.

Innazitutto verifichiamo di aver tutto il necessario:

un dominio web(non importa di quale livello);

uno spazio web (importantissimo) con la possibilità di caricarci su quello che si vuole;

un database MySQL (basilare per molti CMS);

un tubetto di colla ed un po’ di tempo.

Scaricatevi l’ultima versione di WordPress da qui, scompattarela e caricatela nella vostro spazio web.

Ora preparatevi un database MySQL ed un nome utente abbinato (non vi preoccupate, è più semplice a farsi che a dirsi).

Ma dato che oggi non ho molto tempo ve ne farò vedere uno già pronto 🙂

Ora abbiamo tutto il necessario per completare il lavoro…

Apriamo l’indirizzo del futuro sito/blog.

Cliccate “Crea un file di configurazione”

Leggete semplicemente quello che vi dice e compilate i vari campi con i dati del database (nome database, indirizzo, nome utente e password).

È buona cosa modificare il prefisso delle tabelle… questioni di sicurezza. Magari da “wp_” a “azz_” oppure per il Picchio “lol_”.

Finito questo passaggio (se non ci son stati problemi) potrete cliccare sul pulsantone per completare l’installazione.

A questo punto dovrete inserire (in ordine):

nome del sito;

nome dell’amministratore (meglio se non usate admin);

password da digitare in due campi di seguito;

ed il vostro indirizzo mail.

Ebbene avete installato wordpress!

Non era poi tutto ‘sto macello vero?

Mi raccomando… usate solo forbici con la punta arrotondata e per usarle chiamate i vostri genitori XD

Buona bloggherata a tutti 😀

Alternativa QT all’amante del doc

Se vi stavate chiedendo che fine avevo fatto, sappiate che sono di nuovo su Arch ed ormai uso kde!

Ma la scelta di questo desktop manager mi ha comportato il quasi totale abbandono dei miei software preferiti, tra qui quello che utilizzo per twitter e cioè… Pino.

Quindi, mi son messo un po’ a ravanare su aur (luce del mio schermo, energia del mio processore 😉 ) ed ecco cosa ho scoperto… l’acqua calda!

Nel senso, niente di nuovo, ma per me è stata una scoperta veramente incredibile.

Mi stavo scordando di dirvi il nome del programma (rullo di tamburi) qTwitter.

qtwitter-logo

Questo software si presenta di facile utilizzo, ma estremamente completo nelle opzioni e nelle comodità. Infatti a differenza di molti altri strumenti simili, permette anche di utilizzare (quasi) tutti gli strumenti disponibili sul sito.

Ritengo che sia un’ottima risorsa per chi non voglia utilizzare per forza un programma di nome “Pino” e che gira a fatica e crasha spesso su kde.

Un’ultima cosa strabiliante di questo programma è la varietà di pacchetti precompilati, infatti troverete la versione 0.10.0 per: Maemo, Arch, Suse, Mandrivia, Fedora, Gentoo, Debian, Ubuntu, windows ed udite udite Mac!

Direi che possono bastare.

Tutti questi pacchetti (oltre al codice sorgente 😆 ) li potrete trovare su Qt-Apps.com.

Non mi resta che augurarvi una buona cinguettata su kde con qtwitter e su gnome… pure XD