Il segnatempo per i conquistatori e cospiratori

State progettando di dirottare la vostra macchina verso lidi più belli?

Volete conquistare il mondo come il famigerato Picchio?

Volete sapere quanto state al pc, fare flessioni, leggere o chi più ne ha più ne metta?

Ebbene sullo gnomo c’è un programma fatto apposta per voi!

Continua a leggere

Pacchetti sempre all’ultima relase su Arch?

Se dovessero chiedermi cosa mi piace di più su arch direi semplicemente AUR!

Gli “arcieri” sanno molto bene di cosa sto parlando, ma molti nubbi come me lo ignorano completamente, quindi ecco un altro post che parla di questa fantastica invenzione. 🙂

Per chi non lo sapesse AUR (Arch User Repository) è un repository (appunto) che contiene dei file chiamati PKGBUILD nei quali ci sono i vari comandi per: scaricare il sorgente, installare le dipendenze di compilazione e la compilazione vera e propria fino alla creazione di un pacchetto installabile.

Detto così può sembrare molto macchinoso, ma non temete è più semplice di quel che sembra, sopratutto se si utilizzano strumenti che agevolano il tutto trasformandolo in un normalissimo repository.

Il programma che utilizzo io (forse il più utilizzato) è yaourt (da non confondere con lo yogurt o con i maestri yoda e yogurt)

yoda

Yogurt

In parole povere Yaourt funziona come pacman (lo strumento per installare pacchetti dei repo… una sorta di aptitude per capirci). Yaourt non solo gestisce i pacchetti dei repository normali, ma permette di utilizzare i PKGBUILD presenti su AUR esattamente come se fossero dei normalissimi pacchetti precompilati, più o meno 😀 . L’unica differenza è che conviene sempre buttare un occhio sui PKGBUILD prima di compilarli (cosa che ti chiede se vuoi fare) .

Quindi se siete dei smanettoni debiti alle rolling release ma non possedete tempo o conoscenze, sappiate che c’è la distro fatta per voi!

E se siete masochisti, sappiate che potreste installare i pacchetti aggiornati in tempo reale da altri repository giornalieri del tipo git o quant’altro sempre attraverso aur.

Gli unici consigli che mi sento di darvi è di buttare almeno un’occhio sul wiki di arch per quanto riguarda Yaourt. Mentre se invece state pensando di installarvi arch potreste leggere questo mio post.

Tucan il sostituto di JDownloader

Se stavate pensando di installare JDownloader  come vi spiegavo nell’articolo precedente, sappiate che esiste un programma simile ma con molte meno opzioni…

È decisamente più scarno, ma questo non fa diminuire la sua semplicità, anzi. Grazie a dei mega bottoni molto espliciti e la schermata si presenta molto pulito.

Le quantità di siti (server) dai quali può scaricare è nettamente inferiore, ma vi assicuro che sono presenti i più conosciuti. Anche Tucan permette la gestione degli account premiun ed in un futuro probabilmente (se lo sviluppo proseguirà) anche l’upload!

Per installarlo sguite le seguenti istruzioni:

Ubuntu: sudo apt-get install tucan

Debian: sudo apt-get install tucan

Arch: yaourt -S tucan

Fedorayum install -y tucan

E per altri SO basterà scaricare il pacchetto idoneo…

Windows: qui

Mac : qui

Cosa volete di più? 🙂

E poi non vi ricorda un noto blogger che tenta di conquistare il mondo? XD

L’ultima scelta… Per il momento

Se vi ricordate del mio post “Attratto dal lato oscuro della Forza” allora eccovi l’aggiornamento XD

Ebbene dopo un bel periodo di convivenza con Arch ho optato per tornare ad Ubuntu  e la motivazione sapete qual’è stata?

Avevo una vasta scelta per "sexy ubuntu", ma ho scelto quella meno spinta XD

A parte le donnine trovate con google abbinate allo stemma di Ubuntu (cosa di cui Arch scarseggia), la mia scelta è stata dovuta alla condivisione del pc con il resto della mia famiglia (mia moglie). Infatti con Arch mi sbizzarrivo con le versioni devel al punto tale che rendevo il sistema instabile!

Oltretutto, seguendo un progetto di pacchetti per Debian based di un gioco avevo bisogno di lavorare su un OS del genere… perlomeno XD

Quindi ritorno in pianta stabile al Koala, ma non temete… Riprenderò l’arco appena avrò a disposizione un piccì tutto mio che nessun’altro dovrà toccare.

Quindi riprenderanno anche le mie pseudo guide da nubbio… preparate i sechi e leggetemi solo a stomaco vuoto!

Attratto dal lato oscuro della Forza

darth-ubuntuÈ ormai un po di tempo che utilizzo Arch e posso ritenermi soddisfatto della scelta, ma… (come’è logico c’è sempre un ma)il lato oscuro della mia nubbiaggine oggi mi ha fatto un brutto tiro!

Stavo testando su una macchina virtuale la nuova rc di karmic che appena seleziono l’italiano ho incominciato a sbavare…

TANTE LUCINE CON EFFETTI!!!! OOOOOOHHHHHH!!!!!

Ebbene sì, la tentazione di rimetterla su hd è stata forte! Ma vorrei provare  a resistere, può essere stato un momento di carenza d’ossigeno al cervello dovuta al raffreddore che mi attanaglia in questi giorni.

Diciamocela, in fin dei conti rimango un nubbio e come tale sono affascinato da tutti quegli effetti molto accattivanti che ha di default ubuntu, ma poi?

Lo spazio in hd non manca ma lavorare su 3 distribuzioni differenti perché di ognuna mi piace qualcosa mi sembra ridicolo… Vabbè per il momento accantono la cosa, ma dovrò prestare maggiore attenzione la prossima volta, si sa mai potrei trovarmi a masterizzare la nuova relase della canonical senza nemmeno rendermene conto!

Per il momento vi lascio a questo video che non centra ma l’ho trovato mentre cercavo l’immagine ed ho pensato:

Devo postarlo!

Buona visione XD

Novità per gli Arcieri gnomi senza unstable

Scrivo questo post per comunicare a tutti gli utenti con arch, ma senza gnome-unstable che anche noi abbiamo finalmente gnome 2.28!

gnomelovelogo

gnome228

A quest’ora (00.18) non è completo, ma penso che entro la mattinata sia tutto ok

file

Siete quindi pronti? (poi per cosa?)

Gustiamoci anche noi l’ebrezza di uno gnomo cresciuto (ma senza fretta) 🙂