Installare wordpress? Non ci son problemi…

“… Tu mi dici quello che devo fare, ed io lo faccio.”

Apro questo post, con la celebre frase di “Pino Lalavatrice” (?) per incoraggiare un’amico che ha timore nel mettere mani su installazioni in rete ed altri come lui.

Innazitutto verifichiamo di aver tutto il necessario:

un dominio web(non importa di quale livello);

uno spazio web (importantissimo) con la possibilità di caricarci su quello che si vuole;

un database MySQL (basilare per molti CMS);

un tubetto di colla ed un po’ di tempo.

Scaricatevi l’ultima versione di WordPress da qui, scompattarela e caricatela nella vostro spazio web.

Ora preparatevi un database MySQL ed un nome utente abbinato (non vi preoccupate, è più semplice a farsi che a dirsi).

Ma dato che oggi non ho molto tempo ve ne farò vedere uno già pronto 🙂

Ora abbiamo tutto il necessario per completare il lavoro…

Apriamo l’indirizzo del futuro sito/blog.

Cliccate “Crea un file di configurazione”

Leggete semplicemente quello che vi dice e compilate i vari campi con i dati del database (nome database, indirizzo, nome utente e password).

È buona cosa modificare il prefisso delle tabelle… questioni di sicurezza. Magari da “wp_” a “azz_” oppure per il Picchio “lol_”.

Finito questo passaggio (se non ci son stati problemi) potrete cliccare sul pulsantone per completare l’installazione.

A questo punto dovrete inserire (in ordine):

nome del sito;

nome dell’amministratore (meglio se non usate admin);

password da digitare in due campi di seguito;

ed il vostro indirizzo mail.

Ebbene avete installato wordpress!

Non era poi tutto ‘sto macello vero?

Mi raccomando… usate solo forbici con la punta arrotondata e per usarle chiamate i vostri genitori XD

Buona bloggherata a tutti 😀

Quanto vale il tuo blog?

Salve a tutti, questa mattina cazzeggiavo per il web (più precisamente in MSinformatica)ed ho visto un oggetto da aggiungere ai nostri blog per sapere quanto valgono…

Secondo me quelli lì non cadranno XD

Secondo me quelli lì non cadranno XD

Il servizio è offerto da dnScoop e basta collegarci sulla sua homepage, digitare il dominio che vogliamo analizzare ed aspettare qualche secondo…

Al termine dell’attesa ci saranno le varie descrizioni dei criteri utilizzati (pubblicità connesse) ed al fondo il banner con su scritto il valore ed accanto il codice da aggiungere al nostro blog se vogliamo comunicarlo ad altri.

Il mio è un po bassino nonostante l’età, ma c’è da dire che scrivo poco e da n00b :mrgreen:

Dal blog di grillo un’aiuto ai querelati della rete

Come ci si difende da una querela da parte di un politico o da un’istituzione pubblica?

Come ormai avrete capito, la libertà in rete sta diventando fragile e con l’ultima legge bavaglio i siti (qualunque forma abbiano) sono paragonabili alla carta stampata!

Dal blog di Beppe Grilllo però arrivano buone notizie per chi avrà bisogno di aiuto nelle cause legali riguardanti la rete…

Tutti sanno ormai che Grillo ha avuto più querele che capelli 🙂 (il che è tutto un dire!) ed ormai lui ed il suo mitico staff si muove “tranquillamente” su percorsi tortuosi, ma noi che non sappiamo nulla di queste cose come ci dovremo comportare in caso di querela?

Ebbene Grillo sta cercando avvocati che prestino servizio volontariamente per aiutare i blogger in questo genere di cause legali e come se non bastasse per i casi più difficili (per non dire disperati) metterà avanti i propri avvocati che le querele le mangiano a colazione!

Speriamo di non averne mai bisogno… in ogni caso vorrei ringraziare Beppe, ma sopratutto gli avvocati che ci aiuteranno.

Valdan

Il Picchio ha colpito ancora

Ma ti leggi pure questo?

Nella giornata di ieri Davide F. (noto ai più come il Picchio de “Il nido del Picchio“) ha pubblicato la sua intervista a Valdan (cioè alla mia persona).  I testimoni confermano di aver visto il modem del giovane blogger arrancare e questo secondo gli investigatori è solo una prova in più che dimostra quanto il picchio lo faccia lavorare.

Gli psicologi hanno tentato di capire con che mentalità hanno a che fare, ma gli stessi sembrano aver problemi. L’unico che siamo riusciti ad intervistare ci ha risposto tra un delirio e l’altro: “Com’è possibile? IL blogger che intervista un blogger… è come una matriosca!”. Dette queste poche parole è scappato cantando “mamma mia” degli ABBA.

I lettori aspettano di vedere chi sarà la prossima vittima intanto la lega contro il maltrattamento dei modem lo sta tenendo d’occhio.

Ma… alla porta di quale blogger busserà il picchio la prossima volta? Attenzione protrebbe essere la tua!