Installare wordpress? Non ci son problemi…

“… Tu mi dici quello che devo fare, ed io lo faccio.”

Apro questo post, con la celebre frase di “Pino Lalavatrice” (?) per incoraggiare un’amico che ha timore nel mettere mani su installazioni in rete ed altri come lui.

Innazitutto verifichiamo di aver tutto il necessario:

un dominio web(non importa di quale livello);

uno spazio web (importantissimo) con la possibilità di caricarci su quello che si vuole;

un database MySQL (basilare per molti CMS);

un tubetto di colla ed un po’ di tempo.

Scaricatevi l’ultima versione di WordPress da qui, scompattarela e caricatela nella vostro spazio web.

Ora preparatevi un database MySQL ed un nome utente abbinato (non vi preoccupate, è più semplice a farsi che a dirsi).

Ma dato che oggi non ho molto tempo ve ne farò vedere uno già pronto 🙂

Ora abbiamo tutto il necessario per completare il lavoro…

Apriamo l’indirizzo del futuro sito/blog.

Cliccate “Crea un file di configurazione”

Leggete semplicemente quello che vi dice e compilate i vari campi con i dati del database (nome database, indirizzo, nome utente e password).

È buona cosa modificare il prefisso delle tabelle… questioni di sicurezza. Magari da “wp_” a “azz_” oppure per il Picchio “lol_”.

Finito questo passaggio (se non ci son stati problemi) potrete cliccare sul pulsantone per completare l’installazione.

A questo punto dovrete inserire (in ordine):

nome del sito;

nome dell’amministratore (meglio se non usate admin);

password da digitare in due campi di seguito;

ed il vostro indirizzo mail.

Ebbene avete installato wordpress!

Non era poi tutto ‘sto macello vero?

Mi raccomando… usate solo forbici con la punta arrotondata e per usarle chiamate i vostri genitori XD

Buona bloggherata a tutti 😀

Annunci

Jdownloader su Ubuntu & C.

Scrivo Ubuntu & C. per il semplice motivo che i comandi sono standard per terminali bash (penso di averci azzeccato… almeno in parte).

Jdownloader è una applicazione in java e ciò le permette di essere avviata su quasi tutti i sistemi operativi.

Ma cosa si può fare con questo programma?

La risposta potrebbe sembrare semplice ma non lo è affatto…

Si può scaricare!

Per l’esattezza permette il download da svariati siti (tra i più famosi megaupload, mediafire, rapidshare ecc.) il tutto gestito da un’interfaccia grafica semplicissima, capace di dare sicurezza anche al più rinco…. nubbio più convinto.

Permette l’utilizzo di molti addons scaricabili dal sito ufficiale e automaticamente si aggiorna.

Un’altra comodità è la possibilità di usufruire dei propri account premiun per questi download in modo tale da sfruttarlo al meglio.

Se state pensando d’installarlo ecco a voi la mini guida.

Scaricate lo script da qui.

Aprite un terminale e copiate all’interno quello che segue:

sudo apt-get install sun-java6-jre  sun-java6-jdk sun-java6-plugin wget
Poi:
chmod +x jd.sh
Infine:
sh ./jd.sh
Lasciatelo lavorare e quando avrà finito avremo Jdownloader installato nella nostra home in una cartella nascosta dal nome jd .
Ormai è fatta non ci resta che crearci un lanciatore e qui tocca a voi scegliere se crearlo nella barra (gnome) cliccando con il destro su di essa e selezionare  “Aggiungi al pannello” e successivamente “Lanciatore Applicazione Personalizzato” oppure creare il collegamento nel menù andando su Sistema –> Preferenze –> Menù Principale da qui selezionare la voce “Internet” e cliccare su “Nuova voce”. A questo punto qualunque sia stata la tua scelta ti ritrovi con la stessa finestra che puoi compilare così:
Tipo : Applicazione
Nome: JDownloader
Comando: java -Xmx512m -jar “/home/NOMEUTENTE/.jd/JDownloader.jar”
Commento: Programma per download

Fate molta attenzione a modificare NOMEUTENTE con il nome del vostro utente!
Per l’icona io sto usando questa:
Che altro aggiungere… Buon download!

Vino per tutti!

Eccovi! Vi ho beccati!

Razza di mandria di alcolizzati!

Uno non può parlare di vino che spuntate voi per dire: “Si? Posso assaggiarlo?”.

Oggi però non scriverò di vino vero e proprio, ma bensì di wine e degli strumenti che ci aiutano ad utilizzare programmi non nati per il pinguino.

Wine Is Not an Emulator

E fin qui ci siamo, ma se laggiorparte dei software che tentiamo d’installare non gira o addirittura non si installa?

Bhè, ci vengono in aiuto diversi strumenti….

Playonlinux

Un utilissimo programma che ci permette di installare  attraverso degli script i programmi per windows.

Anche se il nome fa pensare ai giochi, non fatevi trarre in inganno. Infatti una volta installato trovere vari script (tanti) suddivisi per categoria e capirete perchè vi sto dicendo questo 🙂

Un’altra comodità è che è possibile crearsi il proprio script, magari per un software che abbiamo creato noi.

Per chi fosse interessato a questo programmone  qui c’è il link del sito ufficiale.

Wine-doors

A mio avviso è quello più a prova di nubbio, infatti basta confermare di possedere una copia originale di windows per poter installare con estrema facilità diversi (non tanti come il programma precedente) software.

La cosa che preferisco di questo software è che permette di aggiungere i programmi direttamente a wine senza creare una marea di sottocartelle.

Qui c’è il sito di wine-doors.

Se vi state chiedendo perchè ho voluto parlarvi di questi struenti, sappiate che sto pensando ad un progettino che potete trovare qui, ed avevo bisogno di un software leggere, a prova di nubbio che mi aiutasse a creare un progetto in 3D. Come sketcup di google (che tra l’atro è in entrambi i programmi citati prima.

Alla prossima 😀

PS: buon anno!

Primi passi per nubbio dopo l’installazione

Domenica un amico mi ha confessato di voler passare ad Ubuntu , allora… APRITI CIELO! Ho incominciato ad “indottrinarlo” sulle varie cose da fare dopo l’installazione. L’unico problema è che forse ho esagerato con la mole di imput! Rimuginandoci su ho pensato: «Perchè non scriverlo anche sul blog? Potrebbe tornare utile anche a qualcun altro» e così eccomi di nuovo qui 🙂 .

Premettendo che avete appena installato Ubuntu (magari seguendo la mia vecchia guida 🙂 ) ora vi spiegherò cosa fare per rendere completo il vostro nuovo sistema operativo. Non sono molti passaggi, ed in fin dei conti è quello che faccio io ogni volta che installo.

Continua a leggere

Un personale passo avanti… installare gli ultimi kernel e driver nvidia!

Questa mattina ho notato che l’icona degli aggiornamanti saltellava sulla barra e quindi ho controllato e quello più interessante era il kernel (che passava alla 2.6.28-15).

Finito di aggiornarsi mi ha chiesto di riavviare ed ho acconsentito… ma all’avvio ho trovato una spiacevole sorpresa. Il nuovo kernel non caricava i moduli della nvidia (fortunatamente ho sempre una copia dello xorg.conf di sicurezza)!

A quel punto ho spento e me ne sono uscito (dovevo rimuginarci un po su).

Continua a leggere

Nuova pseudo-guida per creare pacchetti debian di V4LD4N

Personalmente preferisco installare un pacchetto già compilato e pacchettizzato, ma a volte capita di doverselo compilare da soli e quindi cosa fare?

Alcuni preferiscono seguire la linea più veloce che consiste in 3 comandi: ./configure

make

sudo make install

Continua a leggere